Passignano Sul Trasimeno

Una delle località più note dell’Umbria è senza dubbio Passignano sul Trasimeno. È una sosta quasi obbligatoria per chiunque si trovi ad attraversare questa splendida regione. Come suggerisce il nome, il paese sorge proprio sulla riva del Trasimeno, anche se per visitare il centro storico è necessario salire sull’altura che ospita il borgo. Una cosa assolutamente da fare è la passeggiata lungo il lago, senza dubbio rigenerante e rilassante. Potete lasciare la macchina lungo il lago e godervi la passeggiata che costeggia la riva. Da qui partono i traghetti per due delle tre isole presenti, Isola Maggiore e Isola Polvese.

passignano2

passignano1

Il borgo è caratterizzato da case in pietra arroccate le une sulle altre. Piccoli vicoli e scalinate si susseguono fino al punto più alto, la Rocca Medievale. Con qualche euro è possibile visitarla e godere di un panorama stupendo.

passignano3passignano7

passignano7a

Ovviamente ristoranti e locali con prodotti tipici non mancano e non sfuggono nemmeno alla mia curiosità!

passignano8passignano9

Insomma…una sosta da queste parti non vi deluderà, che sia per una passeggiata, per un pranzo o per un caffè, vi assicuro che sarà comunque una piacevole sorpresa.
Come sempre, se ci siete già stati, se avete intenzione di andarci, se avete feedback e consigli da condividere mi fa molto piacere 🙂
Alla prossima!

Annunci

Le Lame Rosse

Pensavo fosse Marte e invece…erano le Marche! E chi l’avrebbe mai detto?

Con questo post voglio portarvi alla scoperta di quello che molti definiscono “Il Grand Canyon delle Marche Le Lame Rosse. Qui troverete consigli, suggerimenti e opinioni
Per prima cosa vi basti sapere che le Lame Rosse altro non sono che delle formazioni di ghiaia e argilla che, grazie a fenomeni atmosferici di vario tipo, hanno assunto queste bizzarre figure che tanto ricordano i territori della grande America.

Ci sono diversi sentieri che conducono alle Lame Rosse ma, quello che vi propongo qui, parte esattamente in prossimità della diga del Lago di Fiastra.
Una volta arrivati al lago quindi, dirigetevi verso di essa (è ben visibile!), lasciate la macchina lungo la strada e attraversate la diga a piedi.
La vista della Valle del Fiastrone e del lago in questo punto vi ruberanno più di uno scatto fotografico (a me personalmente centomila!).

lamerosse1lamerosse2
Dopo aver attraversato una piccola galleria inizia il percorso vero e proprio.
La camminata dura circa tre ore a/r, ed è per la maggior parte all’ombra.
Il sentiero è abbastanza semplice, ma mette comunque alla prova la preparazione atletica. La parte più dura è senza dubbio la parte finale, un tratto di grande ghiaia bianca che…proprio non ci voleva…=) ma che vi assicuro, vale la pena attraversare!

lamerosse4lamerosse5

Per lo spettacolo che trovate davanti le foto parlano da sole.
Una parete di roccia bianca, molto simile ad un antico teatro, per via dell’erosione, è pronta ad accogliervi. Potete sedervi, ammirare il panorama e ascoltare i mille sassolini
che costantemente si staccano da queste rocce imponenti.

lamerosse7lamerosse10lamerosse8

Il mio consiglio è quello di fare il percorso durante le prime ore del mattino, sconsiglio ore e mesi particolarmente caldi. Scendendo potete approfittare di una visita o un bagno nel lago.
Qui il sito con tutte le attività che potete svolgere durante la bella stagione.

Inutile dire che la passeggiata faccia venire fame, e noi non potevamo farci mancare una sosta in agriturismo. Da queste parti ce ne sono davvero tantissimi, uno più bello dell’altro, e tra i tanti abbiamo scelto “Le Casette”, un luogo immerso nel verde dei Monti Sibillini.

lamerosse15lamerosse12lamerosse13

lamerosse17

L’agriturismo vanta camere, appartamenti, un rifugio, ben due ristoranti, piazzole attrezzate, un’azienda agricola, e una fattoria con percorsi didattici per bambini e adulti.
Se passate da queste parti non fatevi scappare un assaggio delle specialità della zona, in particolar modo dei loro cappellacci alla panna, funghi e spinaci e un fantastico tiramisù alla ricotta!!
Insomma..che aspettate?!
Qui sotto trovate il brevissimo video sul Grand Canyon delle Marche!
Le Lame Rosse
Spero che questo giro via sia piaciuto e di avervi lasciato qualche spunto. Alla prossima!

Comunanza: Birra, Fate e…

“C’era una volta in un paese fatato, la Birra ….

Se fosse una favola suonerebbe proprio così l’incipit di questa storia.
Una storia nata qualche anno fa in un piccolo paesino alle pendici dei Monti Sibillini grazie alla volontà di Mauro e Antonio.

Ci troviamo a Comunanza dove abbiamo trovato, per l’occasione, il fantastico furgoncino della Volkswagen ad attenderci. Dire che è adorabile è poco! E se vi interessa, trovate tutte le info qui ! =)

comunanza2comunanza4

Di seguito qualche scatto rubato al borgo.

comunanza3comunanza12comunanza10comunanza14comunanza5comunanza8

Dopo aver fatto un giro per il paese ci siamo diretti verso il Birrificio Le Fate che ha aperto le porte ai suoi laboratori, alla sua filosofia e alla sua storia fatta di tradizioni e leggende.

comunanza15

LaSibilla, Lalcina, Carmeta, Ladeisi, Lunilia, Pimpinella, Neverina e Silesia erano i nomi delle fate che, secondo alcuni racconti, vivevano all’interno di una grotta scavata nella roccia della montagna. Appartenevano alla corte della Maga Sibilla e sono le loro storie a popolare il libro di Andrea da Barberino “Il Guerrin Meschino”, e ad ispirare i due amici marchigiani.

comunanza17comunanza18

Il Birrificio Le Fate è oggi una realtà artigianale che ha saputo costruire e rafforzare la propria identità puntando sulle origini, sulla qualità dei prodotti e sul territorio che spesso i due amici amano raccontare. Quello che più ci ha colpito è stata la semplicità, elemento da cui sempre nascono grandi cose.

comunanza20

“Il nostro è semplicemente un desiderio. Il desiderio di due vecchi amici che vogliono ritrovarsi insieme e fare due chiacchiere, due risate di fronte un piatto della tradizione e un bel boccale di birra.
Semplicemente la nostra non è un’idea, ma una voglia di ritrovare un momento di gioia tra due amici, una voglia di condividere una terra, dei gusti e infinite esperienze. Crediamo nella magia dei momenti passati in allegria e nella natura delle cose, nella qualità dei prodotti che la terra ci dona. Quindi, se questa fosse una favola … e vissero felici e contenti”

E noi vi invitiamo a visitare questa splendida realtà, che speriamo continui a riempire le pagine di libri ed articoli con la sua storia.

Sito del Birrificio Le Fate

[Per questo post un grazie va ad Andrea che per l’occasione si è divertito a fare il mio inviato speciale. E come sempre, altre foto o rimandi a pagine Facebook li trovate qui  ]

Alla prossima!! =)