Spello e i vicoli in fiore…

Percorrendo la strada che da Foligno conduce a Perugia, è quasi impossibile non fermarsi a Spello. Le case di pietra rosa destano troppa curiosità, anche al guidatore più distratto. Non è un caso che anch’esso appartenga al rinomato club dei Borghi più belli d’Italia che, come sapete, a noi piacciono molto.

spello3

spello2

A Spello non manca davvero nulla, ed è un’ottima mèta per un’uscita fuori porta all’insegna della natura, dell’arte, della storia e del buon cibo!
Se amate l’arte non potete sicuramente perdere il giro delle chiese e della Pinacoteca. Vi suggerisco la Chiesa di Santa Maria Maggiore e la Chiesa di Sant’Andrea. Caratteristiche sono anche le tre porte romane che vi accolgono all’ingresso della città.

spello15

spello8

Camminare per i vicoli è senza dubbio la cosa più bella che si possa fare da queste parti. Il paese è un vero e proprio tripudio di profumi e colori, dove ogni vicolo sembra essere curato nei minimi dettagli! Non a caso Spello è oggi famosa per una tradizione che richiama ogni anno migliaia di turisti e curiosi: l’infiorata.
Si tiene solitamente tra Maggio e Giugno e il lavoro degli infioratori e degli abitanti del paese inizia addirittura con un anno di anticipo. In ogni stagione vengono raccolti fiori ed erbe necessarie alle future creazioni. Inutile dire che la maggior parte del lavoro viene svolto in primavera, dove anziane signore del posto trascorrono le loro serate separando i petali a seconda del colore, e tritando erbe profumate.

Di seguito il link con tutti i dettagli per l’infiorata di quest’anno che si terrà il 17 e 18 Giugno.
Sito ufficiale Infiorata di Spello

spello7

Ultimo, ma non meno importante, argomento di questo post, è il cibo. Eh…già…perché non potete andarvene da Spello senza prima non esservi fermati in una bottega!
In ogni negozio è possibile comprare i prodotti tipici del posto o fermarsi direttamente per un assaggio. Olio, vini, formaggi, miele e cacciagione sono le principali specialità di una meravigliosa terra quale l’Umbria.

spello14spello5spello1spello11

Spero questo brevissimo tour vi sia piaciuto e vi auguro di farci una sosta prima o poi, ne vale davvero la pena! O magari ci siete già stati e allora…vi aspetto con i vostri consigli e suggerimenti! 😉

Annunci

Toscana: Bagno Vignoni. Un villaggio d’altri tempi…

Prosegue il nostro giro tra le crete senesi, e a pochi chilometri da Pienza, troviamo Bagno Vignoni. bagno1
Ora vi chiedo di immaginare una piazza. Una qualsiasi piazza di paese. E ora immaginatela…piena d’acqua! Sì, avete capito bene! E pensate che tutto questo esiste realmente e si trova in questo piccolissimo villaggio della Val d’Orcia.
Si chiama Piazza delle Sorgenti, ed è una vasca rettangolare che raccoglie della calda acqua termale che esce dalla falda sotterranea di origine vulcanica.

bagno2bagno6

Il paese era una rinomata località termale già in epoca romana e ancora oggi sembra aver conservato tutti i tratti dell’epoca. Intorno alla piazza troviamo la chiesa di San Giovanni Battista e piccolissimi negozi e locande dove poter gustare i prodotti del territorio.
Se siete amanti del relax, vi consiglio di approfittare delle strutture termali della zona. Se invece preferite più l’avventura sappiate che da qui partono numerosi sentieri che vi condurranno nel vivo della Val d’Orcia, tra verdi colline e incantevoli paesini.
bagno8bagno5bagno7bagno9

Appena fuori dal villaggio dovete invece assolutamente visitare il Parco dei Mulini. Le acque della sorgente vulcanica si dividono oggi in piccole vasche e canali che rendono ancora più incantevole il panorama. I mulini scavati nella roccia, grazie alla sorgente termale perennemente funzionante, costituivano nell’antichità, una delle maggiori ricchezze di questo villaggio.

bagno11

Insomma, un villaggio piccolissimo in cui, vi assicuro, potrete “rischiare” di passare ore ed ore!
Spero vi sia piaciuto e se ci siete stati aspetto come sempre vostri feedback!
E come sempre…altre foto le trovate qui e qui =)

Toscana: Pienza e le Vie dell’Amore

Oggi vi porto a Pienza, un piccolo borgo in provincia di Siena che dovete assolutamente visitare se avete in programma un giro nella Val d’Orcia.
Il suo centro storico è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, nel recente 1996. È arroccato su di un colle, e la passeggiata intorno alle mura vi permetterà di abbracciare con uno sguardo le interminabili distese verdi della Toscana.

Pienza14

Da un punto di vista storico, la città è famosa perché opera del grande umanista Piccolomini, divenuto poi Papa Pio II. Il paese, nei suoi ideali, avrebbe dovuto essere espressione dei grandi principi e delle filosofie del rinascimento italiano.

Da un punto di vista artistico e gastronomico invece, Pienza è oggi famosa per le sue botteghe di ferro battuto e per il suo pecorino.

Per gli amanti del formaggio devo dire che è un vero e proprio spasso! Si potrebbe girare per ore tra le innumerevoli botteghe o bancarelle sparse per le vie del paese.
Pici, spezie, vino, miele e fave sono tutti gli altri prodotti tipici che potete assaggiare facendo sosta in una qualsiasi osteria.

Pienza6Pienza9Pienza12Pienza4

5 Cose da ricordare

  • Se capitate a Pienza nel mese di Settembre, potrete trovare la famosa Fiera del Cacio
  • Una visita alla Cattedrale dell’Assunta, al Palazzo Piccolomini e Museo Diocesano
  • Percorrere le Vie dell’Amore. Nel dedalo di vicoli che dividono la città non dimenticatevi di perdervi tra Via del Bacio, Via dell’Amore, Via del Buio e Via della Fortuna
  • Lasciarvi rapire dall’incanto della Val d’Orcia che si estende ai piedi del paese

Pienza7Pienza13

Fatemi sapere se ci siete stati, se vi è piaciuta, o se avete altro da consigliare, che sono curiosa! =)
Se volete, trovate altre foto nella pagina Facebook Trentadue Perle
Ah..dimenticavo…il giro in Toscana non finisce qui 😉