Puglia: Putignano – Locorotondo

Una delle terre che amo di più è senza dubbio la Puglia. E così, seppur con poco tempo a disposizione, ho deciso di fare un salto da queste parti. In questo e nei post che seguiranno, proverò a mostrarvi alcuni dei piccoli grandi gioielli che questa regione riserva. La zona in questione è la Valle d’Itria, quel territorio che si trova poco più a nord dell’altopiano delle Murge, noto anche come Valle dei Trulli. Potete lasciarvi scorrere questo itinerario sotto gli occhi, leggerlo, oppure farlo vostro e partire anche voi alla scoperta di questi luoghi meravigliosi.
Dimenticavo! Mascotte e protagonista indiscussa di questo tour de force è stata sicuramente lei…Amélie, che è riuscita a fare non poche conquiste…

putiamelie
Prima tappa di questo giro è stata Putignano, comune della provincia di Bari, noto soprattutto per il suo Carnevale e per le grotte carsiche. Appena fuori dal paese c’è infatti la famosa Grotta del Trullo, il primo sito turistico del sud Italia, inaugurato dallo stesso Re Vittorio Emanuele III, quasi a volerne sottolineare l’importanza. Dei preparatissimi e simpaticissimi speleologi vi condurranno alla scoperta di questo magico mondo sotterraneo che, se passate di qui, non potete non visitare!

putigrotta

Ciò che ho sempre amato della Puglia è stato il suo territorio. Le immense distese di ulivi secolari che sembrano dei veri e propri monumenti, opere della natura senza eguali. Vigneti a perdita d’occhio, isolate masserie, strade infinite e muri di roccia battuti in terra rossa.

ulivi2

strada

vigna

putiporta

putiulivo

masseria
Masseria a Putignano

Da una di queste strade è iniziata la seconda tappa a Putignano. Avevo letto da qualche parte della bellezza del Santuario della Madonna delle Grazie appena fuori la città.
Nel bel mezzo della campagna pugliese il navigatore segnalava la destinazione raggiunta, ma intorno, solo ulivi, ulivi e ancora ulivi, un ciuchino, e due colonne ai bordi della strada con un cartello – “proprietà privata”. Imposto nuovamente il navigatore e rifaccio il giro ma… niente..portava sempre lì. Decido di non seguirlo e inizio a vagare per queste strade ma senza alcun risultato. Provo ad oltrepassare le colonne. Alla fine della collina, una casa e un signore sull’uscio della porta. Non sapevo se pensare bene perché avevo trovato qualcuno, o male, perché ero entrata in una proprietà privata. Chiedo informazioni e dietro di lui esce una signora anziana, probabilmente impegnata in cucina, che mi fa cenno di seguirla. Con delle grandi chiavi mi apre la porta di una grotta e dentro..una meraviglia!

puti

Ammetto che il mio stupore e la mia incredulità derivavano più dalla stranezza della situazione, dal fatto che non fosse segnalato, che lei avesse le chiavi di quel posto, e dalla sua infinita dolcezza. Ha iniziato a parlare di lei, della sua vita, della sua terra, e di quel posto, solo apparentemente dimenticato da Dio…Non ci sono parole per descrivere il tutto. Semplicemente fantastico! Semplicemente Must See!

santuario

santuario2
Interno del Santuario Madonna Delle Grazie

Il giro a Putignano non poteva non concludersi con una passeggiata nel centro storico. Bianco, vivace, magico, tutto da godere…

puti1

putignano
Centro Storico Putignano

A circa una trentina di chilometri da Putignano c’è Locorotondo.  Il nome sta a ricordare la forma del centro storico, un insieme di piccole case bianche disposte ad anelli concentrici. La città è già affascinante se la si guarda nel suo complesso in lontananza. Un posto dal “tempo ritrovato”, com’è scritto nell’insegna di un locale. Dove si respira un tempo vero, quello fatto di cose semplici, quello ormai perduto.

loco2

Una volta arrivati qui non si può far altro che iniziare a perdersi per gli innumerevoli vicoli del paese. Tutti uguali e diversi. Ognuno con una sua storia, una sua caratteristica, una sua vita. Puoi trovare un negozio o una bottega dietro l’angolo più impensato, un ristorantino in ogni vicolo, tra una porta di casa e un balcone fiorito. Dalle mie parti sarebbe impensabile!!

loco1

loco3

loco4

loco7

loco5

E poi ci sono le terrazze, gli scorci, gli affacci sulla valle che puoi trovare in qualsiasi punto della città, e le cummerse, tipiche case dal tetto spiovente, costruite con pietre a secco.

loco6

loco9

loco8

Questo primo giro finisce qui, spero vi sia piaciuto e spero qualcuno lo faccia proprio perché ne vale davvero la pena. Vi lascio con un tramonto pugliese e con la promessa che nei prossimi post sarò meno prolissa.

tramonto

Annunci